Brescello, 'scrutatrice parente di boss'

Una scrutatrice di seggio è parente di boss. Lo denuncia ai carabinieri Catia Silva, ex consigliera Lega Nord a Brescello, comune commissariato per infiltrazioni mafiose: nella frazione Sorbolo a Levante è stata presa come scrutatrice Maria Iaquinta, madre del convivente della figlia del boss della 'ndrangheta Nicolino Grande Aracri e sorella di Giuseppe Iaquinta, imputato nel processo Aemilia in corso a Reggio. Silva esprime "stupore... che nel primo comune emiliano sciolto per 'ndrangheta una scrutatrice possa essere riconducibile a soggetti di parentela con gravi condanne. Chiediamo in che modo possano essere stati effettuati tali sorteggi". "Trovo solo io inopportuno - commenta su Fb la deputata del M5S Maria Edera Spadoni - che chi in un qualche modo ha contatti o parentele con persone implicate nel processo Aemilia faccia parte di un seggio elettorale? Se sarò eletta presenterò un'interrogazione parlamentare per capire se è conforme a legge fare controlli pre-post dei componenti del seggio".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Gazzetta di Modena
  2. Gazzetta di Reggio
  3. Gazzetta di Modena
  4. Gazzetta di Reggio
  5. Il Resto del Carlino

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Villa Minozzo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...